45 pensieri su “

    • Campano

      Il mio coinquilino calabrese prende un posto in doppia. Peccato che si porta dietro la fidanzata, un po’ chiattona, ma simpatica. Problema? Quando gli fai notare che è sempre lì chiedendoti se lei abbia davvero una casa, lui ha la faccia tosta di dirti che non è vero. mentre te lo dice la fidanzata gli porta in camera ciò che gli ha appena cucinato e il frigoriferio e strapieno di prodotti calabresi senza minima possibilità (DAVVERO!!!) di metterci niente. Neanche il latte.

      Mi piace

      • Stefano Condò

        Non e’ cosa saggia, nè tantomeno corretta fare di tutta l’erba un fascio…. E’ vero che per grandi linee ” paese che vai usanze che trovi “, pero’ sono discorsi molto soggettivi ! Ancora nel 2013 esiste la discriminazione raziale… Nelle altre regioni c’e’ solo la perfezione vero ? Quando ai coinquilini calabresi arriva il pacco da casa e non ci pensano 2 volte a spartire con gli altri, o quando ci si vuole fare 2 risate per la fonetica del dialetto locale e si sdrammatizza, di certo non lo fa quello del nord o del centro… vi lamentate delle fritture e della quantita’ di cibo preparato, ma intanto mangiate a sbaffo….
        Convivere insieme, e’ una forma di confronto dove ci deve essere il rispetto altrui, e’ un modo per crescere insieme, per imparare a far fronte alle necessita’ in maniera piu’ o meno autonoma….gli errori durante il periodo di convivenza possono capitare a tutti, e magari qualcuno li enfatizza perche’ non sa come porre rimedio e va in panico…queste sono cose da tenere anche in considerazione.
        Le feci escono dal deretano di tutti, solo che nessuno si gira per sentire se il suo sederino immacolato fa puzza come gli altri…
        Per concludere a tono, allora mi viene da dire che il coinquilino di merda e’ prima di tutto italiano, come il tirchio genovese, il freddo e gelido milanese, il romano troppo avanti per stare con gli altri, il napoletano che crede di fare le scarpe a tutti e via discorrendo… ma qualcuno poterbbe anche sentirsi offeso se faccio di tutta l’erba un fascio no ? Questa e’ divetata solo una bella pagina di merda (altro che coinquilini) che da denuncia sociale, passa alla calunnia.
        Se qualcuno ha qualcosa da dire su quello che hos critto, io ho inserito il mio nome reale e potete contattarmi su facebook, per i piu’ esigenti posso anche dare l’indirizzo cosi ne parliamo a quattrocchi…Dietro l’anonimato siete tutti pionieri del bon ton.

        Mi piace

  1. Sergio Minchionne

    I coinquilini calabresi hanno, oltre l’accento, l’abitudine di ricevere in continuazione visite da tutti i loro amici, parenti, cugini, u ziu pheppphe, la phiccola charmela e thutt qhuanth.

    Mi piace

  2. meri

    la mia calabrese non invitava la famiglia, in compenso friggeva come si aspettasse ogni giorno una visita a sorpresa dello ziu phepphe e congiunti. reputava inoltre inutile -forse dannoso- arieggiare i locali in quanto “l’odore di fritto io non lo sento”.

    Mi piace

  3. Anonimo

    ho amici calabresi, ma la convivenza con alcuni di questi è particolarmente tosta viste alcune abitudini culinarie di un certo peso e la tendenza a muoversi in branchi di concittadini, come i pugliesi.

    Mi piace

  4. Barbara

    Le mie ex coinquiline calabresi erano oltre che sociopatiche anche provviste di un italiano carente e non contenta, una delle due, ha preso la camera che ho lasciato quest’anno raccontando ai miei coinquilini che ero una poco di buono, ogni sera un maschio, non calcolando che erano solo amici!!!! Povere sfigate!!!!

    Mi piace

  5. Ludovica

    Sono calabrese e ho avuto una ventina di coinquilini in dieci anni, italiani e stranieri. I coinquilini calabresi sono difficili da gestire perché nel bene e nel male sono delle teste dure. In genere si fissano che ti devono: aiutare, cucinare, lavare i vestiti, accompagnare, consigliare. Se trovi il calabrese buono e discreto, magari pure un po’ geniale, hai trovato un amico per la vita. Se trovi un calabrese maleducato, strafottente e ignorante meglio scappare!

    Mi piace

  6. Mordred

    Ah, voi poveri ignari e sciocchi…

    Se volete un buon consiglio per sopravvivere ai Calabresi, vi basti sapere che bastano piccole frasi mirate per far capire che da TIZIO si mangia meglio, oppure TIZIO si coltiva il basilico in casa minchia quanto è buono, TIZIO gli arriva il pacco ogni settimana.
    TIZIO è un vecchio coinquilino (di merda) a cui siete scampati raccontandogli che dovete (inserire scusa che include parenti).

    E sapete perché dico così? Avete idea di cosa siano i Salentini? Hanno un accento incomprensibile, la Taranta, i parenti dei Calabresi, e la spocchia dei Siculi.
    E quel cazzo di tamburello.
    Un Salentino ha morso il mio coinquilino di Lucca, e lui ora va ogni estate alla Notte della Taranta. E suona il tamburello in casa. Suona il tamburello in piazza. Ascolta canzoni che non capisco.
    Dopo aver provato un Salentino vi metterete a pregare la Madonna della nduja per far tornare i vecchi Calabresi.

    Piantatela di fare i buonisti della domenica: il tuo migliore amico da un giorno all’altro può diventare un CDM.
    O lui, o i tuoi nervi.
    Pillola rossa o pillola blu.

    Nessun Calabrese o Salentino è stato maltrattato nella stesura di questo commento. Non ancora.

    Mi piace

      • M54K

        Mi duole dire, a sostegno del buon Mordred, che di salentini ne ho conosciuti tanti e tanti. Posso affermare, sulla base di una statistica personale, che sono ben pochi quelli che esulano dalla descrizione del suddetto. Idem per i calabresi.
        Corre l’obbligo, tuttavia, precisare, che non è assolutamente giusto fare – come si dice – di “tutta l’erba un fascio”, ovvero generalizzare. E’ anche vero, d’altro canto, che il carattere di ciascuno, sulla base del proprio patrimonio genetico, è forgiato dall’interazione con l’ambiente esterno, per cui il crescere – soprattutto – e il vivere in determinati ambienti, certamente favorsice l’espressione di caratteri comuni: i cd. costumi o usanze. Per cui è ovvio ritrovare, nelle varie zone, dei comportamenti generalizzati e diffusi tra la media della gente. ciò non toglie che esistano delle eccezioni, dovute a fattori diversi.
        ES: io sono calabrese, della zona settentrionale. Non abbiamo l’accento tipicamente calabrese, non mangiamo la ‘nduja, non migriamo a frotte, non invadiamo come le cavallette. Di contro abbiamo un accento molto simile a quello campano, siamo invidiosi e diffidenti, raramente però non aiutiamo chi è in difficoltà, non siamo eccessivamente ruomorosi, cerchiamo di essere discreti, e non mi dilungo. Sono comportamenti generalizzati ma non conformi all’idea media del calabrese. Evitiamo di dire cazzate e prendiamola a ridere, altrimenti “non ci resta che piangere”. (citando Benigni e Troisi)

        Mi piace

    • GaiaZ

      Io ho coinquilini Salentini, non uno, ben due.
      Ho conosciuto tutti i loro amici e mi ci sono affezionata (nessun parente “molesto” in casa), mi sono fatta le vacanze da loro (ospitata… della serie, la convivenza invernale non bastava!), ho pure conosciuto il mio attuale ragazzo (sempre tramite i suddetti coinquilini). Salentino, of course.
      Quindi non so se ritenermi fortunata, o semplicemente estranea a stereotipi un po’ anacronistici (qua il tamburello non s’è mai sentito!). E che denotano pure una mentalità rigida e spocchiosa.
      Anche io non riuscivo a comprendere l’inflessione che avevano, all’inizio, essendo del Nord! Ma col tempo ci siamo trovati e ora il dialetto loro lo capisco perfettamente, e lo parlo pure.
      Sono stata contagiata anche io dalla Pizzica, e ne sono immensamente contenta!

      Ps: Mordred, onestamente, di quello che hai scritto s’è capito poco e niente.

      Mi piace

  7. Sergio Minchionne

    “E’ polemica sul web dopo la nomina del consigliere con delega alla comunità calabrese da parte di Alemanno. Su facebook infatti il gruppo “CONTRO L’OFFESA DI ALEMANNO AI CALABRESI ROMANI”, ha superato le 800 iscrizioni. Al popolo calabrese della capitale non è andata giù la doppia di Naccari (consigliere in Campidoglio per la Comunità calabrese) e Marco Siclari (delegato all’università e agli istituti di ricerca).“

    http://www.romatoday.it/politica/contro-offesa-di-alemanno-ai-calabresi.html
    No ma dico, leggete i commenti. Pari pari a quelli su questo blog. Allora dico io, un PROBLEMA CALABRIA esiste. E’ vero che non si può e non si deve generalizzare, ma non è che bisogna essere per forza tutti uguali e ignorare caratteristiche peculiari. NON SI PUO’ DIRE CHE UN TRENTINO E’ UGUALE A UN CALABRESE. CHE UN AOSTANO E’ UGUALE A UNO DI CROTHONE.
    Hanno tutti le loro caratteristiche peculiari e distintive, e da quanto emerge queste caratteristiche di queste popolazioni calabresi non sono molto apprezzate in giro per l’Italia, ecco. Che poi i calabresi sono “ORGOJOSI” questo è un altro problemone: manca loro quel pizzico di umiltà che serve per mettersi in discussione e dire “magari è vero che siamo un po’ così, ma prendeteci per quel che siamo”. Tattica utilizzata con successo da certi campani d’esportazione, tralaltro.
    Cordiali saluti,
    sempre vostro, semper fidelis
    SERGIO MINCHIONNE

    Mi piace

    • Giu

      Non so con chi hai vissuto ma quelli che conosco io si fanno i fatti proprio che è una meraviglia, sono abbastanza educati e non fanno eccessivo casino….che c’è di male in questo?

      Mi piace

  8. Anonimo

    Come direbbe mia nonna,cara vecchia calabrese…. na para i maschiate va mmeritavati tutta (per la traduzione, nel caso qualcuno di voi non riuscisse a tradurre questo idioma così dissimile dal vostro italiano normativo standard, provate a chiedere al coinquilino calabrese di fiducia). Con affetto,e anche un po’ di pena, una milanese doc.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...