Standard

Ci raccontano.
«Il mio coinquilino di merda mi chiama verso la mezzanotte di una sera infrasettimanale, chiedendomi di aprirgli la porta. Convinto che abbia perso le chiavi, apro il portone principale e la porta di casa, attendendolo all’ingresso. Nessun segno di vita. Dopo qualche minuto, sento dei passi provenire dal piano di sopra. Era il cdm che, ubriaco fradicio, tentava da circa mezz’ora di entrare in casa ai vicini».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...