Standard

Ci raccontano.
«Primo giorno nella nuova casa. Mi sveglio per andare al lavoro, striscio ad occhi chiusi verso il bagno e ci rimango pochi secondi. Poi dico a me stesso: “Metti su il caffè”.
Così, sempre un po’ intontito, vado in cucina. Alzo lo sguardo e davanti a me si para una visione inaspettata. La mia coinquilina polacca che conosco da 24 ore è china e appoggiata al lavello. A gambe larghe, con una mano alza la camicia da notte, intenta ad inserirsi un assorbente interno. Io la guardo, lei mi guarda, strilla, poi si ricompone e tendendomi la mano galeotta appena utilizzata per compiere il misfatto, afferma: “Scusa, problemi da donne. Il bagno era occupato”».

3 pensieri su “

  1. sei un minchione. il seguito doveva essere.
    silenziosamente giù la patta, slam! impalamento sul lavandino, stantuffatona violenta, eiaculazione sulla camicia da notte e mentre con nonchalance rimettevi l’arnese al suo posto semplice commento: “scusa, la mia donna era assente. esigenze da maschi”.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...