Standard

Ci scrivono.
«Il coinquilino di merda matricola mi chiede con che frequenza, visto che non vivo più con i miei genitori, mi faccio le pugnette.
Per lui è la prima esperienza fuori e vuole regolarsi».

Il coinquilino di merda dimentica di chiudere la finestra del bagno prima di partire per le vacanze natalizie. Durante le vacanze, alcuni piccioni invadono la stanza, lasciando escrementi ovunque. Uno di questi, nel probabile tentativo di bere l’acqua del water, muore rimanendovi annegato.

Standard

coinquilino di merda che dimentica la finestra del bagno aperta e un piccione va a morire nel cesso.

Una testimonianza di Yuri Giuliani.

Camminando nudo per casa, il cdm sfonda il tavolino in vetro tagliandosi il piede. In attesa dell’ambulanza, decide di andare a dissanguarsi nella vasca da bagno.

Standard

vasca da bagno insaguinata da un coinquilino di merda che si è tagliato il piede.

Un prezioso documento di Davide Vicentini.

Standard

Ci scrivono.
«La mia ex cdm aveva lo spazzolino elettrico. Fin qui tutto ok. Finché un giorno candidamente confessò che lo usava come vibratore. Per i due anni successivi lavarsi i denti non è stato più lo stesso».

Standard

Ci raccontano.
«Ti svegli di notte con il rumore della chiave nella serratura. Non sentendo la porta che si apre, ti alzi per guardare cosa succede. Ti avvicini lentamente alla porta e dallo spioncino vedi la tua cdm che scopa col fidanzato sul pianerottolo».

Una storia per stomaci forti.

Standard

Ci raccontano.
«La solita agghiacciante cdm riesce, per motivi inspiegabili, a rimediare un appuntamento.
Si prepara. Dopo aver lasciato palle di pelo di varia natura in bagno, se ne va in camera e ne esce agghindata come un comodino rococò, esibendo tronfia una di quelle maglie che hanno dei lunghi nastri dietro, e che lei decide di lasciare slegati.
Giunto a casa il suddetto uomo, la cdm torna in bagno per evacuare prima dell’accoppiamento. Ne esce, elastica e frizzante, con i nastri suddetti completamente incrostati di cacca che svolazzano festosi, e se ne va dal suo ganzo. Inutile dire come sia andato l’incontro romantico».

Standard

Ci scrivono.
«Il cdm bussa alla mia porta facendo entrare ben due prostitute, dicendo che devono stare da me per almeno dieci minuti, visto che sta arrivando la ragazza. Tutt’ora sono nella mia camera. Una dice che vorrebbe fare medicina».